PRENDERE LE SAGOME PER LA TUA COPERTA IN TEAK SINTETICO:

Al momento di realizzare la tua coperta in teak sintetico, è essenziale compiere il primo passo e prendere le sagome delle aree che si vogliono rivestire. In questo modo, una volta completato potrete cominciare a lavorare comodamente sopra un piano di lavoro.

COSA E’ UNA SAGOMA?

Una sagoma è un modello, la copia di quella parte o quelle parti che hanno bisogno di essere replicate a bordo dell’imbarcazione e sopra la cui base realizzerete la superficie sagomata a misura della vostra coperta.

Una sagoma può essere realizzata in vari modi, a continuazione vi proponiamo i due modi più semplici ed efficaci.

 

  • con fogli di cartoncino vegetale
  • con fogli di plexiglass

Salva

 

Fogli di cartoncino vegetale

Questo è sicuramente il procedimento più economico. In primo luogo si ricopre la superficie con i fogli di cartoncino tagliando e assemblando dove necessario con del nastro da pacchi.

Se incontri problemi a mantenere il cartonicno in posizione, fai dei piccoli tagli e lascia scoperti dei piccoli quadrati di coperta. Questo ti permetterà una volta ricoperto con del nastro da pacchi di fissare il cartoncino alla barca ed evitare movimenti durante il rilievo.

Dopo aver compiuto questo passo, con una matita o un pennarello a punta fina, segui il segno in rilievo dell’antiscivolo, rilevabile con facilità con solo un po di pressione delle dita oppure segui la linea perimetrale appoggiandoti alle pareti . E’ molto importante numerare ognuna e segnalare la direzione delle dime e l’allineamento tra le varie parti per evitare errori di comprensione con chi poi dovrà eseguire il lavoro che siate voi o qualcun altro.

Una volta terminato il lavoro, ritira il cartoncino vegetale e posizionalo sul piano di lavoro oppure chiedici il ritiro se vuoi che realizziamo i pannelli sagomati per te.

Plexiglás, Policarbonato, Acetato (de 0,15 a 0,25 mm)

In caso la vostra scelta si orienti verso i fogli di plexiglass, il procedimento è sostanzialmente simile con l’unica differenza che il materiale è trasparente e vi permette quindi di vedere attraverso facilitandovi nel ricopiare i dettagli e le linee che vi interessano.  In comparazione al metodo del cartone, questo materiale è forse un pochino più difficile da modellare nelle parti curve e strette, ha però il grande vantaggio di essere rigido e indeformabile. Caratteristica che lo rende senza ombra di dubbio il materiale che ci sentiamo di consigliare sopratutto per i lavori più grandi.

!!RACCOMANDAZIONI  IMPORTANTI!!

SOPRA OGNI SAGOMA DOVRETE SEMPRE INDICARE I SEGUENTI DATI :

 

  • Un numero di riferimento (1 di 10…per esempio)  per evitare che nessuna sagoma venga perduta e per facilitare la lettura dello schema di assemblaggio una volta sul banco da lavoro e poi durante l’incollaggio.
  • Indicare la direzione della poppa e della prua: Questo permetterà incontrare la direzione corretta delle linee.  L’ideale, se si usa un materiale trasparente è quello di replicare con il pennarello delle linee del teak preesistente se presente.
  • Referenza delle parti da ricoprire (scale porte ect)

Nel video visibile qui di lato una guida che può probabilmente valere più di mille consigli.

Consigliamo in fine di accompagnare sempre le vostre sagome con una serie di foto  che saranno utili a noi o a voi al momento di risolvere dubbi durante la lavorazione.

 

Adesso tutto quello che resta da fare e decidere se inviare a noi le vostre sagome per ricevere la vostra coperta in teak sintetico  già pronta per l’incollaggio o eseguire il lavoro in prima persona.

 

 

 

Leave a Reply